La scienza è incapace di dare la spiegazione della vita; solo la fede ci può fornire il senso dell’esistenza: sono contento di essere cristiano.

Guglielmo Marconi

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta l'uso dei cookie. Per saperne di più

Approvo

Cookie Policy

cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto. Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito. Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio. Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte: I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi: I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione: I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Il nostro Sito non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; A questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, si declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy qui dichiarata si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti: I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.

Cookies essenziali: Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali: Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network: Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.  

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la Piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto.

Il mare, che papà così tanto amava, stava per tradirlo nell'agosto del '99; mentre si trovava al largo, nuotando, ebbe un'improvvisa perdita di coscienza e di forze, al punto da correre il rischio di annegare. Tornati a casa, come logico, iniziammo, sotto il consiglio del nipote medico, la trafila delle analisi alla ricerca di possibili motivazioni di quanto successo. Ma le analisi non diedero alcun segno di negatività e papà sembrava completamente rimesso: una brutta avventura a lieto fine (chissà se non si trattava di una prima avvisaglia troppo debole per poter essere recepita).

In gennaio, però, mentre camminava con mamma nei pressi di casa, si ritrovò faccia a terra senza nemmeno rendersene conto. Di nuovo preoccupati, riprendemmo la ricerca attraverso esami sempre più complessi ed approfonditi; vennero fuori problemi ad un rene, un adenoma benigno alla prostata, altre piccole difficoltà ma, a parere del medico, tutte controllabili con un po' d'attenzione ed una opportuna dieta alimentare ipoproteica. Una TAC cerebrale, nel mese di febbraio, non presentava alcun segno di tipo sospetto. Il sabato successivo alla Pasqua, come colpito da una difficoltà cerebrale, papà manifestò una pronunziata forma di disorientamento spazio-temporale. Il nipote, che non era tranquillo, richiese di nuovo tutti gli esami: la TAC del 10 maggio diede risultati catastrofici.

Cosa fare? Cercammo, su indicazione medica, di far ricoverare papà presso il Gemelli a Roma; ci venne chiesta preventivamente una RNM che ci affrettammo a fargli fare il 22 maggio: l'esame, più approfondito, confermava la grave situazione ed anzi, se possibile, la mostrava ancor più in tutta la sua negatività. Ma al Gemelli ci portavano per le lunghe ed allora provammo al II Policlinico di Napoli dove, con l'aiuto del nipote infermiere Mimì, riuscimmo ad avere subito accesso al reparto di Neurochirurgia. Qui, dopo le necessarie analisi, ci fu posta la seguente alternativa: "abbiate il coraggio di operarlo così nella peggiore delle ipotesi almeno saprete di che è morto vostro padre" (il neurochirurgo), "se fosse mio padre non lo opererei" (l'anestesista).

Decidemmo di portarlo a casa. Con l'aiuto continuo del nipote medico, del nipote infermiere e del suo medico di base portammo avanti le cure previste nella situazione di malattia terminale. Tutti e tre ci consigliarono di fargli vivere il più possibile ogni cosa in maniera normale; per questo, il 20 luglio, partimmo alla volta del mare. Il giorno 9 agosto, senza alcun preavviso, alle 7,40 del mattino, papà ebbe un violentissimo attacco cerebrale di tipo convulsivo. Trasportato in ambulanza all'Ospedale di Praja, ebbe un secondo attacco, uguale al primo, mentre era ancora al pronto soccorso ed un terzo subito dopo il ricovero. Quest'ultimo sembrò essere definitivo: entrato in coma profondo e con un inizio di rantolo papà, nell'opinione di medici e parenti, era vicinissimo alla fine (poche ore). Invece, nei giorni successivi, un passo alla volta, risalì dal coma (apre gli occhi, li muove per comunicare; muove i piedi, poi le gambe, poi le braccia; inizia a muovere le labbra, poi una flebile voce, infine ritorna a parlare).

Il 19 agosto, vedendo che non erano possibili ulteriori miglioramenti, tornammo in ambulanza a casa; l'attacco gli aveva lasciato una emiparesi al lato sinistro, un'accentuata debolezza del cuore, piaghe da decubito all'osso sacro ed ai due piedi. Papà era cateterizzato, impossibilitato al movimento autonomo, martoriato dalle piaghe, necessariamente imbottito di medicinali. La sera del 7 settembre parla per l'ultima volta; il giorno 8 lo trascorre in coma in seguito a nuovo attacco cerebrale in forma non violenta: al mattino del 9, intorno alle 12,23, muore, quasi certamente per edema polmonare conseguente a blocco renale.

Ultimi mesi